La giornata di volo a Villanova d’Albenga, 11 maggio 2008

 

Sabato 10 e Domenica 11 Maggio 2008, presso l’Aeroporto Internazionale Panero di Villanova d’Albenga, s’è tenuto il primo raduno “SI VOLA TUTTI”.

L’incontro è stato organizzato dalla Federazione Italiana piloti disabili Baroni Rotti, dall’Aero Club Savona e Riviera Ligure e dall’Unità Spinale Unipolare di Pietra Ligure.

L’iniziativa s’è potuta realizzare solo grazie all’impegno generoso ed instancabile dei Soci dell’Aero Club ed – in particolare – del Comandante Mauro Zunino e del Generale Patrono, rispettivamente presidente e vicepresidente del sodalizio aeronautico.

Una trentina di para e tetraplegici, anno potuto familiarizzare con i comandi adattati dei tre aerei ultraleggeri, portati in volo dalla Toscana da Franco Bentenuti, Rossano Nofri e Filippo Albanese, con i tre piloti accompagnatori Sandro Gori, Claudio La Nave e Francesco Città.

Gli ultraleggeri biposto, sono stati autorizzati per l’occasione ad atterrare sull’aeroporto Internazionale di Villanova d’Albenga, per la sensibilità delle competenti Autorità aeronautiche, con la preziosa collaborazione della Società A.V.A. Spa che gestisce l’Aeroporto.

Dopo un ottimo pranzo sotto l’hangar, i disabili stessi – gratuitamente – hanno potuto provare l’ebrezza del volo e l’emozione di pilotare aerei dell’Aero Club.

Un ringraziamento particolare va al Capitano Proietti ed agli uomini del 15° Nucleo Elicotteri dei Carabinieri, che hanno guidato i presenti ad una visita alle strutture ed ai velivoli in dotazione.

La felicità negli occhi di chi ha volato per la prima volta è già un risultato impagabile, ma l’auspicio è di poter effettuare – in un prossimo futuro anche a Villanova d’Albenga – corsi per il conseguimento della Licenza di Volo, su velivoli o ultraleggeri modificati per la singola disabilità.

Con il contributo della Fondazione “ A. De Mari” della Cassa di Risparmio di Savona

La collaborazione attiva di Savona Provincia per tutti, dell’A.L.U.S., dell’A.I.A.S. di Savona e della Cooperativa Sociale Jonathan Livingston, l’appoggio del Comitato Paralimpico Provinciale, del C.O.N.I. Provinciale e dell’ASPAL.

Sotto il Patrocinio della Provincia di Savona e del Comune di Villanova d’Albenga.

Hanno sostenuto l’evento le Società di Trasporto Pubblico A.C.T.S., la S.A.R. TPL, la Società Opel Autoquadrifoglio di Savona, la Società Ecoeridania di Arenzano, la DOC SERVICE di Savona Concessionaria Handytech.

firefox

Boglietto

 

Dai primi mesi del 2007 l’ attività della “Scuola del Monferrato e delle Langhe”  di Boglietto (Costigliole d’Asti) è stata allargata agli allievi piloti disabili.

Il mezzo utilizzato dalla scuola è il Firefox 503 dell’istruttore Andrea Corino che ha fatto
modificare i comandi direttamente dal costruttore (la Eurofly) con la collaborazione di Alessandro Paleri.

firefox Le modifiche fatte per consentire il pilotaggio a chi non ha l’uso degli arti inferiori consistono nello spostamento della manetta e dei comandi a pedale su una leva utilizzabile con la mano sinistra, e lo spostamento del freno sulla cloche.
E’ anche possibile configurare i comandi per permettere il pilotaggio anche a chi, avendo l’uso delle gambe, ha un handicap a uno degli arti superiori.
comandi1  comandi2

I riferimenti della scuola sono Andrea Corino 3485537476 Dino Rizzoglio 3336113361
www.boglietto.com

Scuola del Monferrato e delle Langhe di Boglietto

Dai primi mesi del 2007 l’ attività della “Scuola del Monferrato e delle Langhe”  di Boglietto (Costigliole d’Asti) è stata allargata agli allievi piloti disabili.

Il mezzo utilizzato dalla scuola è il Firefox 503 dell’istruttore Andrea Corino che ha fatto
modificare i comandi direttamente dal costruttore (la Eurofly) con la collaborazione di Alessandro Paleri.

comandi2Le modifiche fatte per consentire il pilotaggio a chi non ha l’uso degli arti inferiori consistono nello spostamento della manetta e dei comandi a pedale su una leva utilizzabile con la mano sinistra, e lo spostamento del freno sulla cloche.
E’ anche possibile configurare i comandi per permettere il pilotaggio anche a chi, avendo l’uso delle gambe, ha un handicap a uno degli arti superiori.

firefox
I riferimenti della scuola sono Andrea Corino 3485537476 Dino Rizzoglio 3336113361

baroni_caposile

I Baroni Rotti a Caposile

4° Incontro Nazionale Baroni Rotti – Caposile 8 – 9 Luglio 2006

La partenza col P92 della scuola da Serristori, programmata con Franco per le 6 di mattina (..certo.. certo…. Franco, alle 6 in volo..) è stata posticipata nel pomeriggio.Il 4° incontro annuale dei Baroni Rotti si è svolto alla perfezione.Ospiti del Club delle Papere Vagabonde di Caposile oramai ci sentiamo con un po’ di imbarazzo coccolati con uno spirito che va ben oltre quello dell’ambito conviviale aeronautico.

La nebbia non si alza
La nebbia non si alza

Abbiamo aspettato effettivamente che la foschia si alzasse a Serristori ma in volo su San Sepolcro direzione Valle Caffaro abbiamo dovuto desistere in quanto gli Appennini non volevano farsi scavalcare.

Il P92 80 hp della scuola, modificato per essere portato ance da disabili ha dovuto aspettare le 18.00 per rimettersi in volo. Franco Bentenuti al posto di comando ed io come copilota. I soliti aggiustamenti logistici (il p92 permette due disabili a bordo ma la carrozzina di uno di questi non trova spazio) e il bagaglio viene distribuito tra il P92 100 della scuola di Serristori pilotato da Zi’ Nafta e Silvano Mazzoni  l’RG 2000 di Alessandro Baldetti e Luca che ci accompagnano all’incontro.

Il volo pomeridiano è bellissimo. Si arriva su Cesena, Ali di Classe, Valle Caffaro e Chioggia.

Contavo di avere il sole sulla nostra destra per fare delle foto a Venezia ma la partenza pomeridiana ha vanificato le speranze.

3

A Caposile abbiamo trovato i tappeti rossi al nostro arrivo (Veramente! Si trattava di una passerella in plastica nera qualificata con tanto di scritta come “Tappeto Rosso”)

L’accoglienza è stata data da tutti i soci del campo; Nominando l’instancabile Erik Kustatcher non farò un torto a nessuno se non li menzionerò direttamente.

La dura vita del pilota ci ha costretto a un tour di force di mangiate di pesce nella Club House che,  avendola vista dopo più di un anno, è diventata eccezionalmente confortevole per persone con difficoltà motorie.

Il commento è inutile..
Il commento è inutile..

Questo fa onore alle Papere Vagabonde che non hanno lasciato dettagli al caso.

Infatti ho trovato altri ragazzi venuti a provare gli aerei e questo lo hanno potuto fare con tranquillità.

Abbiamo visto con grande interesse l’argano preparato per caricare sulle “ali basse” i piloti che hanno difficoltà a fare trasferimenti dalle carrozzine.

Il nostro Barone Rotto Stefano Porcile ha testato il sistema di carico e poi la modifica montata sul Texan di Franco Paleri.

  Stefano si cala a bordo
Stefano si cala a bordo

La notte a Caposile è stata divertente come ci aspettavamo. Le tende e le brande messe a disposizione dalla Protezione Civile di Venezia sono state ospitali.

La domenica mattina abbiamo potuto far volare un’amica affezionata dei Baroni rotti ma restia al battesimo. Come prevedevamo il suo sorriso alla fine del volo la ha ripagata della titubanza e soddisfatto tutti.

"che ti avevamo detto?!....."
“che ti avevamo detto?!…..”

La domenica è passata tranquilla e le meteo non sarebbero state il motivo centrale per decidere quando partire quanto il caldo.

Ma dopo il riposo pomeridiano ci siamo salutati in ordine sparso e i Baroni sono tornati alle loro dimore.

 

Ali a Rotelle – Luglio 2005 a Campagnano di Roma

Ali a Rotelle – Luglio 2005 a Campagnano di Roma
Le carrozzine stavolta rimangono a terra

Certamente la data del 2 luglio non era la migliore per coinvolgere in un evento all’aperto delle persone tra le quali ci sono soggetti che particolarmente soffrono la canicola. Ma dopo la delusione della mancata manifestazione dell’altro anno di rimandare ancora l’incontro non se l’è sentita nessuno. Ed ecco che la manifestazione “Ali a rotelle” 2005 a Campagnano di Roma si è conclusa con successo. Anche se la data concomitante con le ferie e il giusto timore dell’afa ha fatto rinunciare molti soci e ospiti devo dire che il numero dei partecipanti è stato notevole.
L’associazione AP e l’associazione dei Baroni Rotti e l’Aviosuperfice LA CELSETTA a Campagnano di Roma hanno preparato una giornata per far conoscere il mondo del volo per presentare il volo sportivo e per mostrare che questo è aperto a tutte le iniziative e al superamento dei disagi che si frappongono alla fruizione di quest’attività.
Il volo è un’aspirazione dell’uomo; il volo stesso è un superamento di un limite umano. E’ importante che, oltre la ricerca di primati o di imprese eccezionali, il mondo del volo non faccia ulteriori passi in avanti escludendo chi ha già limiti oltre le normali condizioni umane.
L’ambiente del volo ultraleggero è infatti composto di persone (piloti e simpatizzanti) che vogliono vivere la passione del volo e condividerla in maniera più ampia possibile.

tower

L’associazione Baroni Rotti, da ben dieci anni, conoscendo le problematiche della disabilità e il volo ultraleggero cerca di compendiare queste per far volare tutti quelli che lo vogliono. La stessa associazione AP riconosce in ogni attività sportiva e culturale i presupposti fondamentali per l’emancipazione e la riabilitazione di tutti coloro che hanno limitazioni nella mobilità e nella salute. Non per ultima l’aviosuperfice de LA CELSETTA di Campagnano di Roma che con i suoi soci ha reagito energicamente nei fatti a questa iniziativa.
Il programma della giornata è stato rispettato anche se gli eventi non erano organizzati con orari precisi; ma il barbecue è iniziato nell’orario giusto! E quindi abbiamo subito dato ai nostri amici neofiti una idea di quanto è dura la vita del pilota e dimostrato la centralità del barbecue nella manifestazione esattamente come negli altri eventi aviatori!

I Baroni provenuti da diverse parti d’Italia sono rimasti contenti di aver potuto far vedere il frutto della loro passione e delle loro fatiche.

baroni

Le scuole di volo che hanno partecipato e che si sono prestate a far volare i ragazzi ospiti hanno reso più che emozionante l’incontro per qualcuno.

Il Fokker del comandante Rusconi e il Tiger Moth hanno dimostrato di saper volare con grazia e essere affascinanti. Certamente non è necessario essere appassionati del volo o tecnicamente esperti per poter apprezzare queste macchine. Tutti erano curiosi e suggestionati nel vedere ricreare una battaglia aerea così come poteva svolgersi 80 anni fa.

battle

Il gruppo musicale dei REV merita un ringraziamento particolare: montare tutta l’attrezzatura e suonare sotto quel caldo e nella confusione è stata una prova di grande amicizia che tutti hanno apprezzato. Ci saranno altre occasioni perché senz’altro questo gruppo merita la centralità dell’evento.

Il senso della manifestazione non era necessariamente quello di far volare i ragazzi ospiti; il motivo era quello di mostrare che nel campo del volo, come in quello della nautica e di tutti gli sport che richiedono tecnicismi talvolta sofisticati, c’è la possibilità di partecipare attivamente ricavandone grande soddisfazione.
Il problema del volo ultraleggero (e l’associazione dei Baroni Rotti che rappresento ne è pienamente conscia) è il costo legato all’ottenimento dell’abilitazione e la pratica del volo da diporto e sportivo. Siamo consapevoli che una persona con difficoltà motorie ha una serie di problemi di ordine economico a cui deve dare priorità. La nostra attività è anche di venire incontro con delle iniziative per ottemperare a questa problema per primo.
Doverosa parte per i ringraziamenti. Il compito mi è facile perchè tutti hanno contribuito alla manifestazione e tutti meritano un ringraziamento. Certamente da parte dell’AP il lavoro fatto è ripagato dalla soddisfazione di vedere i soci e amici che hanno passato una bella giornata in un ambiente nuovo e stimolante.
L’aviosuperfice La Celsetta senz’altro farà tesoro di questa esperienza, metterà in opera gli ultimi progetti e si farà promotrice di altre iniziative.

A presto per chi vuole volare e a chi intende semplicemente passare qualche momento in relax tra amici.

Vi alleghiamo una serie di foto dell’evento e la registrazione del servizio fatto dal TG3 Lazio.

 

ALI A ROTELLE
L’AVIO SUPERFICIE LA CELSETTA

L’ASSOCIAZIONE SPORTIVA BARONI ROTTI

L’ASSOCIAZIONE AP PARAPLEGICI ROMA E LAZIO

Sono lieti di presentare l’iniziativa:

“ALI A ROTELLE

LE CARROZZINE STAVOLTA RIMANGONO A TERRA”
Per presentare il volo ultraleggero e per mostrare che questo è aperto a tutte le iniziative e al superamento dei disagi che si frappongono alla fruizione di questa attività, si è deciso di indire una giornata di volo aperta a tutti.

Il volo è un’aspirazione dell’uomo; il volo stesso è un superamento di un limite umano. E’ importante che, oltre la ricerca di primati o di imprese eccezionali, il mondo del volo non faccia ulteriori passi in avanti escludendo chi ha già limiti oltre le normali condizioni umane.

l’ambiente del volo ultraleggero è infatti composto di persone (piloti e simpatizzanti) che vogliono vivere la passione del volo e condividerla in maniera più ampia possibile.

L’associazione Baroni Rotti, da ben dieci anni, conoscendo le problematiche della disabilità e il volo ultraleggero cerca di compendiare queste per far volare tutti quelli che lo vogliono.
La stessa associazione AP riconosce in ogni attività sportiva e culturale i presupposti fondamentali per l’emancipazione e la riabilitazione di tutti coloro che hanno limitazioni nella mobilità e nella salute.

La giornata del due luglio si prefigge l’obiettivo di mostrare agli amici che parteciperanno:

• Il mondo del volo ultraleggero, le sue similarità con il mondo dell’aviazione generale e le sue specifiche differenze.

• Le modifiche che sono apportate ai veivoli adattati per i disabili motori di ogni tipo

• Le innovazioni introdotte all’aviosuperficie Celsetta a Campagnano di Roma e i progetti in corso di implementazione.
Gli amici dei Baroni Rotti saranno felici di far provare l’esperienza del volo a chi desidera provare e dare informazioni a chi intendesse intraprendere questa esperienza.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA del due luglio 2005
Ore 10.00 – 11.00: Arrivo in volo dei Baroni Rotti e dei loro amici Piloti

Ore 11.00: Presentazione del volo, illustrazione dell’aviosuperficie e degli aerei

Ore 12.00 – 17.00: Voli e battesimi del volo, Esibizione della pattuglia VDS Sky Arrow e aerei d’epoca

Ore 13.00: Barbecue

Ore 1700: Saluti

Il campo di LA CELSETTA Via Della Celsetta No. 6
00063 Campagnano – Roma Tel. 06 90151082

2° AVIORADUNO NAZIONALE PILOTI DISABILI “I Baroni in Montagna”

Si è svolto il secondo raduno nazionale per piloti disabili dell’aviazione ultraleggera.
Grazie alla collaborazione con la Federazione Italiana Volo Ultraleggero, i BARONI ROTTI si sono riuniti, con i loro velivoli, giungendo da tutta Italia fino all’aviosuperficie di Caposile (VE). Quest’ultima sarà la base operativa dalla quale sono partiti alla volta delle Dolomiti e delle Alpi Carniche, portando i nostri aeroplani vicino alle Vette ed ai Cieli più belli d’Italia.
Un evento unico nel suo genere, che ci auguriamo possa porre il giusto accento su di una realtà che sta cominciando a svilupparsi, nella speranza che sempre più persone disabili possano avvicinarsi a questa splendida attività sportiva: il volo.
Questi sono infatti gli scopi che la Ns. associazione si prefigge (e potete notarlo dal programma): gioire del volo, disciplina che porta l’Uomo oltre i confini a cui è solitamente relegato, e regalare tali emozioni a chi, come noi è “disabile”.
Come meglio dimostrare che esiste comunque la libertà di movimento, quale barriera potrà più porsi nella mente di chi con le sue forze si è levato in volo?

Si sono occupati dell’organizzazione logistica e del coordinamento il sig. Erich Kustatscher (presidente FIVU), l’ing. Alessandro Paleri (socio pilota BARONI ROTTI) e la sig.ra Cinzia Pozzobon (socio pilota BARONI ROTTI)
Al fine di garantire una tempistica adeguata e rinforzare lo spirito di corpo dei nostri amici-soci è stato organizzato il pernottamento in tende da campo presso l’aviosuperficie di Caposile.

1 2